Prenotazioni

Prenotazioni

Eventi

  • Giornate del miele

    23.02.2018 - 24.02.2018

    Pazin, Spomen dom

    13˚ mostra internazionale e simposio scientifico

    Spomen dom

    13˚ mostra internazionale e simposio scientifico

    La scelta di un determinato apicoltore, ovvero di un produttore di miele, è come quella del nostro bar e del caffè preferiti: una volta scelti non si cambiano più. L’imperatrice Maria Teresa fece dell’apicoltura un’attività agevolata. "...Affinché l’apicoltura diventi comune tra il popolo, viene esentata per sempre dal pagamento di qualsiasi imposta o dazio... " c’è scritto nella Patente d’apicoltura del 1775.

    Un cucchiaio stracolmo di salute

    Miele d’acacia: miglior rimedio contro lo stress. Millefiori: è difficile enumerarne i pregi, basti dire che è fonte di eccezionale vitalità per le persone un po’ più in là con gli anni. Miele di castagno: il suo sapore amarognolo contrasta un po’ il proverbio “dolce come il miele”, ma è un ottimo rimedio per i problemi di digestione e altri disturbi... Il miele è sano! È una constatazione inconfutabile. Quanto sia sano lo stiamo ancora scoprendo, ma possiamo dire con certezza e senza bisogno di comprovarlo, che il miele è saporito, che è il dolcificante della vita, buono oggi come lo fu la prima volta che l’uomo infilò la mano in un alveare (come gli sarà venuto in mente?). Il miele istriano è di eccezionale qualita`, ma ce n’è poco, tanto quanta è la vegetazione. Per produrne di più gli apicoltori traslocano gli alveari in altre zone, distanti a volte anche qualche centinaio di chilometri: è parte integrante dell’apicoltura.

    Lunga è la strada per ottenere il miele

    In Istria tutto ha inizio ad aprile, con la raccolta del miele da frutta e di quello di tarassico che vengono estratti fino a maggio. Poi iniziano i trasferimenti di alveari e apicoltori, veri nomadi, alla ricerca di acace che permettono di produrre un miele di alta qualità e molto saporito. Durante questo periodo le api raccolgono pure il nettare di salvia. Per l’episodio successivo arriviamo a giugno, tempo in cui ci si trasferisce lì dove ci sono i castagni, in quest’ultimo tempo fonte incerta e modesta di miele. In Istria inizia l’epoca spoglia di pascoli, che spinge gli apicoltori a cercare fiori ricchi di nettare nelle aree montane del Gorski kotar, del Kordun e della Lika, ponendo in risalto il loro carattere nomade che li spinge a percorrere diverse centinaia di chilometri ogni settimana per qualche chilo di miele. Verso la metà di settembre le api fanno ritorno a casa, per concentrarsi sull’erica e su altre piante da fiore. Per coloro che incontrano per la prima volta i termini tipici dell’apicoltura, la smielatura è il procedimento di estrazione del miele dai favi, dall’alveare. Ecco che dopo l’ultima smielatura gli apicoltori preparano le loro amate api per lo svernamento, lasciando loro miele a sufficienza per nutrirsi durante la stagione fredda: quindici chili circa in ogni alveare.

    Informazioni:

    Udruga pčelara Lipa
    GSM. +385 099 8016787
    info@lipa-pazin.hr

    Di più
  • S klobasicom u Europu - Con la salsiccia in Europa

    02.03.2018 - 04.03.2018

    Sveti Petar u Šumi

    6. rassegna internazionale della salsiccia


    6. rassegna internazionale della salsiccia

    Venerdì 2 marzo 2018
    19.00 Party di benvenuto per gli ospiti e i partner

    Sabato 3 marzo 2018
    10.30 Inaugurazione della fiera e assegnazione dei premi per le migliori salsicce
    11.00 - 22.00 Programma d’intrattenimento per l’intera giornata sulla piazza e nella sala della fiera
    15.00 Manifestazione gastronomica 2018
    Salsicce e Terrano: Preparazione di 1000 salsicce istriane con l'aiuto degli ospiti e dei partner
    17.00 V Campionato mondiale di insaccatura delle salsicce sulla beka
    19.00 Finale della manifestazione gastronomica
    Salsicce e Terrano: degustazione di Terrano e salsicce
    21.00 Programma d’intrattenimento presso la tenda sulla piazza

    Domenica 4 marzo 2018
    10.00 - 20.00 Apertura della fiera
    11.00 Programma d’intrattenimento per l’intera giornata sulla piazza e nella sala di fiera
    12.30 Gastro show dei partner della fiera
    18.00 Presentazione dei premi della fiera
    19.00 Programma d’intrattenimento presso la tenda sulla piazza


    Campionato mondiale di insaccatura delle salsicce sulla beka
    L'antico modo istriano di insaccare le salsicce, che risale a un periodo in cui la carne veniva tagliata con un coltello invece di essere macinata con un tritacarne, è la cosiddetta "insaccatura sulla beka". In questo caso, la beka è una frusta di salice appena tagliato, la stessa che viene adoperata per legare le viti nella vigna o per intrecciare i cesti.

    La beka veniva utilizzata per modellare una sorta di cappio o mezza luna; l'inizio del budello del maiale veniva quindi stretto su questa forma arrotondata e il ripieno di carne veniva inserito nel budello a mano. Nel desiderio di far rivivere questa antica arte, strettamente legata alla tradizione della produzione delle salsicce in Istria, la fiera di San Pietro a Selve, è arricchita da una competizione affascinante e divertente alla quale partecipano numerosi concorrenti provenienti dall’Istria e non solo.

    Il campionato si svolge in due fasi: il primo giorno della fiera, tutti i concorrenti registrati affrontano i turni di qualificazione, mentre le finali si svolgono il secondo giorno, nel pomeriggio. Ogni concorrente, sia nelle qualificazioni, sia nelle finali, ha a disposizione 2 kg di composto di carne, 5 m di budello di maiale, una frusta di salice chiamata beka e 20 minuti di tempo, durante i quali deve riempire e modellare il maggior numero di salsicce possibile; i punti vengono assegnati per la velocità, per i budelli senza sacche d'aria o cavità, per l'aspetto esteriore delle salsicce e per il loro peso totale.

    Il Campionato mondiale di insaccatura di salsicce sulla beka si tiene dal 2014 durante la fiera Con la salsiccia in Europa. Il titolo di campionessa, nel 2014 e anche nel 2015, è andato a Martina Andrijanić Bazo di Bukovlje, non lontano da Slavonski Brod.

    Di più
  • MTB lega invernale Istria e Quarnero

    05.03.2018

    Režanci (Svetvinčenat)

    Gara MTB


    Gara MTB

    L'AXA Cup è una competizione di mountain bike che viene organizzata in vari luoghi dell'Istria e che attrae un grande numero di appassionati di questo sport.  

    La particolarità della manifestazione è che quasi tutte le gare si svolgono proprio nel luogo dell'evento. La gara ZLIK Režanci, di carattere ricreativo, è aperta a tutte le categorie, indipendentemente dal fatto che siano ciclisti professionisti o amatoriali. Di gara in gara aumenta anche il numero di turisti che desiderano partecipare alla competizione.

    La corsa ciclistica di Režanci, vicino a Sanvincenti, è lunga circa 20 km con un dislivello di 140 metri, ed è prevista per i primi giorni di marzo, su un percorso circolare in ghiaia.

    È ideale per agli appassionati di mountain bike, la tassa d'iscrizione, che include un pasto, è di 30 kune. Le registrazioni vanno inviate all’indirizzo e-mail dell'organizzatore grafika@pu.t-com.hr o effettuate immediatamente prima dell'inizio della gara.

    Informazioni:

    BK AXA
    +385 (0)98 508 113
    grafika@pu.t-com.hr

    Di più
  • Pinza istriana cotta sottocampana

    25.03.2018

    Žminj

    Ritorno delle tradizioni pasquali


    Ritorno delle tradizioni pasquali

    Alla fine di marzo, lo spirito di Pasqua raggiungerà Žminj-Gimino, un piccolo e pittoresco villaggio nell’Istria centrale, in cui si terrà un evento dedicato alla pinza, il pane dolce istriano tipico della Pasqua. La manifestazione ci riporterà a non molto tempo fa, quando l'usanza di cuocere la pinza aveva un ruolo molto importante durante il periodo pasquale, mentre tutti i visitatori potranno ammirare e assaggiare ciò che la gente mangiava per la colazione di Pasqua.

    Laboriose casalinghe provenienti da tutta l'Istria presenteranno il pane dolce e i dolci per la degustazione. Ci mostreranno come, una volta, la pinza veniva impastata e infornata, e condivideranno le loro ricette. Un tempo la pinza veniva preparata in ogni famiglia durante la Pasqua.

    Era uno dei pochi piatti dolci sulle modeste tavole di molte famiglie. Le donne solevano impastare questo pane dolce con l’uvetta il giorno prima della Pasqua, per far crescere la pasta fino alla dimensione desiderata, e poi cuocerla in grandi forni a legna. A differenza del pane, nella pinza vengono aggiunti lo zucchero, le uova e l’immancabile uvetta. Alla fine, la parte superiore del pane viene incisa a forma di croce e decorata con foglie di ulivo.

    Tuttavia, non è solo la pinza a caratterizzare la tradizione pasquale in Istria. Le Jajarice erano quelle che venivano infornate per i bambini in questo giorno di festa. Si tratta di trecce di pane sulla cui parte superiore viene inserito un uovo sodo. I bambini erano sempre particolarmente eccitati per questo regalo, che ricevevano da ogni membro della famiglia, insieme a un uovo dipinto, in occasione del pranzo.

    Informazioni:

    TZ Žminj
    Čakavska kuća bb, 52341 Žminj T. +385 (0)52 846 792
    info@istria-zminj.com

    Di più

Visione 1 - 12 di 81

Ente per il turismo non assume la responsabilita´ delle decisioni dell´ organizzatore delle manifestazioni in merito al cambiamento del termine, dei partecipanti, del programma, dei prezzi o della disdetta della manifestazione

Riconoscimenti internazionali alla regione dell'Istria

  • Best Olive Oil Region in the world 2016, 2017 and 2018


  • Istria 52 Places To Go In 2017

  • 10 Best European
    Wine Destinations 2016

  • 10 Best Wine Travel Destinations 2015

  • World's 2nd Best Olive Oil Region 2010 - 2015

  • Top 10 Valentine's Day Retreats 2014

Oltre alla vasta copertura mediatica in riviste come National Geographic e Huffington Post, e nelle guide turistiche di fama mondiale come Lonely Planet, i giornalisti internazionali e i tour operator continuano a lodare l’Istria e la sua offerta, classificandola tra le migliori destinazioni turistiche del mondo.

Prenotazioni