ISTRA INFO COVID-19 X  

Eredità romana

Loron (Lorun)


Loron è un sito archeologico situato nei pressi dell' insediamento turistico di Porto Cervera. Qui sono stati rinvenuti i resti di una villa rustica romana il cui complesso produttivo era costituito da un laboratorio per la produzione di oggetti in ceramica, dall' oleificio ed una cisterna per la raccolta dell' acqua. Le vestigia delle mura più antiche combaciano con l' epoca in cui venne fondata la colonia di Parenzo nell' anno 46 avanti Cristo, sotto Cesare. Il console romano Sisenna Statilio Tauro, fu proprietario del latifondo per ben sedici anni nel primo secolo avanti Cristo e fu probabilmente lui ad investire nella costruzione del complesso produttivo.

Sisenna fu un personaggio molto influente nella società di allora ed uno dei maggiori possidenti nella penisola istriana. Dopo la sua morte il possedimento passa nelle mani di Calvia Crispinilla, nota per i molti scandali presso la corte di Nerone, successivamente diventa demanio imperiale inglobato nel vasto predio rustico imperiale che comprendeva tutto il territorio di Torre ed Abrega. I nomi di entrambi i proprietari sono confermati dai copiosi resti di anfore che recavano i bolli con i loro nomi.

La villa di Cervera venne notevolmente ampliata sotto l' imperatore Tiberio allorché il Parentino e la piana di Cervera diventano parte del grande predio rustico nel quale veniva coltivato l' ulivo e la vite. Il laboratorio di ceramica cessò la sua attività nel primo secolo e le fornaci ivi rinvenute sono le meglio esplorate sulle coste dell' Adriatico. L' oleificio continuò a funzionare molto probabilmente fino alle irruzioni barbariche e degli Slavi che in una parte ne ricavarono un focolaio. Sul sito è allestito un parco archeologico con pannelli illustrativi che spiegano il corso degli scavi e rinvenimenti a partire dalle varie strutture, le fornaci fino alla cisterna.

HR-52449 Červar Porat

Loron (Lorun)
Loron (Lorun)
Loron (Lorun)
Mostra