ISTRA INFO COVID-19 X  

Patrimonio culturale

Il Palazzo municipale


Ai tempi quando Pola era un libero comune cittadino, nel Foro romano venne costruito il palazzo-la sede dell' amministrazione della città. Sotto Venezia accoglieva il principe e il provveditore , più tardi , fino ai giorni nostri vi ha sede l' ufficio del sindaco. È stato più volte ampliato nel corso di vari secoli (dal X al XVI) e in questo modo è nata una costruzione che presenta un'eccezionale fusione di stili architettonici, dal romanico al rinascimentale. L'iscrizione sulla facciata ristrutturata nel XVI sec., riporta la data della nascita del municipio, il 1296: probabilmente quello era l'anno della prima ricostruzione capillare e ampliamento poichè indubbiamente anche prima vi aveva sede l'amministrazione cittadina. Le fasi più vecchie dello sviluppo edilizio del palazzo sono ben visibili sul muro orientale, sul quale si intrecciano vari stili di epoca romanica e gotica. Le sculture di Telamone e Sirena sugli angoli racchiusi dalle colonne rinascimentali e sulle aperture barocche delle finestre, rappresentano gli ultimi interventi in ordine di tempo sugli esterni del palazzo. Ultimamente è stato sottoposto a un radicale restauro dopo che l'abbandono, il degrado e l'usura avevano lasciato profonde impronte sulla sua struttura.


Cave di pietra abbandonate

Vrsar-Orsera

Casa degli affreschi

Istria centrale

Torre settentrionale

Poreč-Parenzo

Loggia cittadina a Labin

Labin-Rabac (Albona-Porto Albona)

Castello Grimani-Morosini

Svetvinčenat (Sanvincenti)
Mostra