ISTRA INFO COVID-19 X  

Highlights

Le avventure di Giacomo Casanova a Vrsar-Orsera

Orsera, cittadina eretta su una penisola collinare con una vista che si estende su isolotti sparpagliati, oggi emana l’affascinante cosmopolitismo delle località istriane. Tuttavia, in passato ha conosciuto un sistema feudale molto rigido, che le ha impedito, assieme alla sua contea, di adattarsi alle novità, così schiva, mistica e con regole molto severe, restando relegata ai margini della società dell’epoca. Alla metà del XVIII secolo, la cittadina fu frequentata da Giacomo Casanova, il seduttore più famoso al mondo. La sua prima visita avvenne nell’agosto del 1743. A quel tempo, Casanova era un semplice sacerdote, poco appariscente e povero, che per caso giunse a Orsera e vi trascorse tre giorni. Quando tornò in patria, nel suo libro scrisse solo poche righe sul luogo visitato.

Tuttavia, il destino ci mise lo zampino e Casanova, in viaggio dall’isola veneziana di Malamocca, tornò nella nostra Orsera. La sua nave dovette fermarsi a caricare merci e si ancorò nel porto di Orsera. Nel 1744, Casanova non era più un prete modesto, ma un uomo sicuro di sé, con abiti ricchi e scintillanti, certo che nessuno lo avrebbe riconosciuto. Che successe a Orsera? Sappiamo che in quell’occasione tornò a casa con numerose avventure e una relazione tumultuosa con una ragazza del posto, la serva di don Girolamo. Concedetevi una passeggiata negli splendidi vicoli, ammirandoil panorama, e scoprite il trucco grazie al quale l’abileCasanova riuscì ad amare la ragazza nonostante le rigide regole di Orsera a quell’epoca...

Le avventure di Giacomo Casanova a Vrsar-Orsera
Le avventure di Giacomo Casanova a Vrsar-Orsera
Mostra