Eredità romana

Impianto stradale romano


L' odierna Parenzo, la Parentium romana, come la maggior parte delle città romane aveva un impianto stradale ortogonale conservatosi integralmente sino ai nostri giorni nell' assetto urbanistico parentino.

Tutte le città fondate dai romani avevano una pianta regolare con la rete viaria che si intersecava ad angolo retto creando dei blocchi rettangolari. Parenzo, l' antica Parentium ha conservaato la sua pianta romana e la via Decumana, l' arteria principale della città, coincide con il Decumanus Maximus romano. La via trasversale veniva chiamata Cardo Maximus ed in modo analogo tutte le altre vie venivano chiamate cardi o decumani. A Parenzo le vie decumane sono quelle che percorrono la parte più lunga della penisola in direzione est - ovest, mentre quelle che la percorrono in direzione nord-sud sono i cardi.

La disposizione della rete viaria si estendeva anche sui terreni che circondavano la città andando a creare l' agro cittadino. La disposizione dei due schemi dovrebbe combaciare ma poiché Parenzo sorge sulla penisola, la suddivisione poteva essere effettuata soltanto parzialmente.

Impianto stradale romano
Impianto stradale romano
Impianto stradale romano
Mostra