ISTRA INFO COVID-19 X  

L'Istria nelle guide gastronomiche

Guida Michelin

L'Istria nuovamente nella prestigiosa guida Michelin

Il ristorante rovignese Agli Amici del famoso chef Emanuele Scarello è la nuova stella sulla scena gastronomica istriana. Lo chef italiano Emanuele Scarello è arrivato in Croazia quest'estate per contribuire a creare una nuova destinazione gastronomica a Rovigno. Il ristorante, ospitato in un magnifico hotel di lusso, segue le orme del ristorante Agli Amici di Udine e utilizza ingredienti locali come punto di partenza, prestando particolare attenzione ai prodotti del Mediterraneo e della regione istriana.
L'Istria si è così arricchita di un'altra stella Michelin, giacché l'altra è stata nuovamente assegnata al prestigioso ristorante Monte. Rovigno si profila così come una mecca gourmet di alto livello, ben distinguibile non solo sulla scena nazionale, ma anche internazionale.

"Prima della pubblicazione dei nuovi risultati di ogni edizione della guida rossa Michelin si avverte sempre un gran fermento. Per gli chef che ambiscono alla stella è sicuramente il "D-day", per i media è un'altra chicca che viene ampiamente, direi, criticamente discussa, e per noi che gestiamo le destinazioni un motivo in più che alza la reputazione della destinazione e offre a noi molto materiale di qualità per pianificare una promozione mirata. Già nella prima edizione abbiamo ottenuto la prima stella in Croazia: il ristorante Monte di Rovigno ha rotto il ghiaccio, ma l'arrivo della nuova edizione Michelin, tanto attesa perché le scadenze della promozione sono state spostate di quasi sei mesi per il Covid-19, è stato altrettanto emozionante. Abbiamo collezionato un altro ristorante stellato, direi prevedibile, perché Emanuele Scarello tiene la prima stella in tasca da 22 anni, e due stelle negli ultimi nove anni, ma avrebbe dovuto imporsi in un nuovo Paese, in una nuova città e in un nuovo ambiente, per nulla facile in un tempo limitato a pochi mesi. Questa notizia è particolarmente importante, perché Rovigno è ancora una volta la prima città in Croazia a vantare due ristoranti stellati. Complimenti al Monte, che in tutti questi anni ha difeso e confermato la sua stella, e al ristorante Agli amici di Rovigno, che scegliendo di venire in questa cittadina, ha messo in tavola tutto il suo sapere e la sua reputazione, ne ha confermato la qualità e ha posto un altro importante tassello in quel mosaico che mira a trasformare Rovigno in una delle destinazioni più prestigiose in Croazia e dall'enorme potenziale per diventare una delle cinque mete più desiderate nel Mediterraneo. Non siamo lontani da tale reputazione, ma ci vuole uno sforzo extra significativo che la gente di Rovigno deve essere disposta a fare, perché solo i migliori possono "staccarsi da quelli molto bravi" e dimostrare di essere in grado di dare quel 10% in più che altri semplicemente non riescono a dare. Congratulazioni a tutti gli altri ristoranti entrati nella guida, ma anche a chi potrebbe non avercela fatta solo per alcune minuzie. Tutti confermano nel migliore dei modi la qualità della destinazione, ovvero la "lunghezza della nostra panchina", per dirla in gergo sportivo. Tra questi ci sono sicuramente nuovi chef stellati che potranno brillare il prossimo anno, soprattutto quelli del nord dell'Istria. Attendiamo con impazienza la loro conquista dell'agognata stella", ha dichiarato il direttore dell'Ente per il turismo dell’Istria Denis Ivošević.  

Per il portale ufficiale della guida Michelin, Gwendal Poullennec, suo direttore internazionale, ha dichiarato: “La Croazia è una destinazione particolarmente interessante, che consente ai viaggiatori e ai buongustai di vivere esperienze gastronomiche autentiche e diversificate. Il Paese offre agli chef locali prodotti del posto di eccezionale qualità, che permettono loro di superarsi di giorno in giorno. Gli ultimi mesi sono stati difficili per il vostro Paese, non solo per l'emergenza sanitaria, ma anche per il terremoto. Nonostante tutte le sfide, la scena culinaria croata è in crescita, soprattutto sulla costa e nella capitale. I nostri ispettori sono stati in grado di trovare professionisti appassionati e dedicati al loro Paese", ha aggiunto Poullennec. 

I buongustai potranno scoprire due nuovi complessi in Istria distinti dall'etichetta Bib Gourmand:
Konoba Malo Selo di Buje/Buie, che offre cucina locale con un tocco rustico
Alla Beccaccia di Valbandon, che propone specialità della cucina tradizionale alla griglia

Altri tre nuovi ristoranti sotto l’etichetta MICHELIN Plate si sono uniti alla selezione:
•  Luciano, San Canzian, Buje/Buie
Ribarska Koliba, Pula/Pola
Cap Aureo, Maistra, Rovinj/Rovigno  

Le nuove etichette sono il risultato di un tour segreto dei ristoranti croati da parte di ispettori professionisti Michelin, la guida dei ristoranti più importante e riconosciuta a livello mondiale, sulle cui pagine è stata pubblicata la lista dedicata alla Croazia.

Michelin Guide 2021

One MICHELIN Star:
Agli Amici, Rovinj
Monte, Rovinj

Bib Gourmand:
Alla Beccaccia, Valbandon
Batelina, Banjole, Medulin
Konoba Malo selo, Buje

The MICHELIN Plate:
Badi, Umag
Cap Aureo, Rovinj
Damir & Ornella, Novigrad
Konoba Buščina, Umag
Konoba Morgan, Brtonigla
La Puntulina, Rovinj
Luciano, San Canzian, Buje
Marina, Novigrad
Meneghetti, Bale
Pergola, Umag
Ribarska koliba, Pula
San Rocco, Brtonigla
Sv. Nikola, Poreč
Zigante, Livade


» Istria nelle guide gastronomiche
» Cucina istriana

Mostra